Consigli utili

 Oggi parliamo di Riflessologia Plantare

 Lo sapevate che dal piede si possono capire le origini dei Vostri disturbi e trarre grande giovamento?

Io ad esempio mi sono rotta due volte le quinte dita di entrambi i piedi....e il dolore ancora lo ricordo!A pensarci ora dovevo dare un taglio netto con il mio passato....e infatti così è stato.....

Io da anni mi affido alle mani esperte della mia Roflessologa e credetemi...sono rinata.....

Contattatemi per maggiori informazioni.

la Riflessologia....un mondo da esplorare

Alluce
E’ il dito basilare del nostro appoggio relazionale, di ciò che siamo. I traumi o le tensioni relativi a questo dito indicano che avvertiamo un’ analoga tensione nella nostra relazione con il mondo, sia sul piano materiale (lato interno del piede) sia su quello affettivo (lato esterno del piede).E’ l’unico dito del piede dove si dipartano ben due meridiani energetici, quello della Milza-Pancreas e quello del Fegato, quindi un problema a questi organi può riflettersi qui.

Secondo dito
In questo dito termina il meridiano dello Stomaco, ossia quello che governa il nostro rapporto con la materia, la nostra digestione di tale materia. Vesciche, duroni, malattie o traumi di questo dito ci parleranno della nostra difficoltà a digerire certe situazioni materiali o emotive.

Terzo dito
É il dito centrale, quello dell’equilibrio e della coerenza dei nostri atteggiamenti relazionali. Le malattie di questo dito indicano che incontriamo delle difficoltà ad equilibrare le nostre relazioni in modo particolare per quanto riguarda il futuro. La paura di procedere in avanti e nella maniera adeguata, può esprimersi attraverso questo dito, che non è attraversato da nessun meridiano.

Quarto dito
E’ il dito nel quale confluisce il meridiano della Cistifellea. Rappresenta i dettagli delle nostre relazioni con il mondo, nel senso di ciò che è giusto e ingiusto, della ricerca di perfezione. Quando avvertiamo tensioni, crampi o dolori in questo dito, ciò significa che viviamo una situazione relazionale difficile in termini di giusto ed ingiusto. Si tratta di una relazione che non ci soddisfa sul piano delle condizioni e della qualità di tali condizioni

Quinto dito
L’ultimo dito è quello in cui termina il meridiano della Vescica. E’ il meridiano dell’eliminazione dei liquidi organici e degli “antichi ricordi”. Quando urtiamo questo dito, cosa questa estremamente dolorosa, cerchiamo di eliminare vecchi ricordi o antichi schemi relazionali. Tentiamo di cambiare inesorabilmente antiche abitudini, modalità di relazione con il mondo e con l’altro che non ci soddisfano più. Attraverso il trauma o la sofferenza (colpo, ferita, distorsione, ecc.), stimoliamo le nostre energie per facilitare l’eliminazione di queste antiche modalità al fine di poterle rimpiazzare con altre.